069949556 ladsrl@tiscali.it

LADISPOLI: A. Salvato, Antonangeli, G. Salvato, D’Aguanno, Gallitano, Giannetti, De Fato, Tollardo (34’st Di Grazia), Fagioli (21’st Mucili), Manoni, Zucchi (1’st Di Mario). A disp: Giordani, Mastrogiovanni, Santoro, Manzari, Galluzzo, Avolio. All. Michele Zeoli

FLAMINIA: Montesi, Staffa (45’st Buffolino), Carta, Barone, Panini, Massaccesi, Boldrini, Mignone, Nohman, Morbidelli, Guadalupi (27’st Lazzarini). A disp: Sordini, Fapperdue, Ortenzi, Stentella, Polizzi, Ingretolli, Nilo. All. Francesco Punzi

ARBITRO: Giacometti di Gubbio

ASSISTENTI: Tini Brunozzi ed Ottobretti di Foligno

MARCATORI: 20’pt Morbidelli (F); 3’st Gallitano (L)

NOTE: Spettatori 200 circa. Sequenza rigori: Nohman (F) gol; Manoni (L) parato; Morbidelli (F) gol; De Fato (L) gol; Boldrini (F) gol; Di Grazia (L) gol; Barone (F) gol; Giannetti (L) gol; Mignone (F) gol. Ammoniti: Fagioli. Angoli: 2-4. Recupero: 0’pt; 3’st

LADISPOLI – Esce dal campo fra gli applausi il nuovo Ladispoli targato Zeoli. La qualificazione al turno successivo di Coppa Italia è sfumata soltanto ai calci di rigore, complice l’errore dal dischetto di Manoni, ma si sono comunque poste le basi per un ottimo lavoro che potrà portare ad ottimi risultati al termine della stagione. Rossoblù ancora privi di elementi indisponibili, fra i quali Mastrodonato e Del Signore, ma che schierano il giovane ’02 D’Aguanno, all’esordio ufficiale in prima squadra.

La partita s’infiamma improvvisamente al 15′, quando un assist di Nohman libera in area Boldrini che giunto a tu per tu con Salvato, calcia a botta sicura ma il pallone attraversa tutta la linea di porta per poi uscire sul fondo. La risposta tirrenica non tarda ad arrivare: dopo appena un minuto, De Fato serve Manoni; l’ex Monterosi si accentra e calcia di destro, costringendo Montesi ad una non facile deviazione in calcio d’angolo. Il punteggio si sblocca al 18′: cross dalla sinistra di Boldrini, trasformato in rete da Morbidelli con una girata mancina nel cuore dell’area, in anticipo sul compagno di squadra Mignone. La squadra di casa prova a scuotersi, ma l’occasione buona per il pareggio giunge soltanto al 33′ sugli sviluppi di un cross dalla destra di Antonangeli; Zucchi anticipa l’estremo difensore avversario, ma nè lui nè tantomeno Fagioli riescono a ribadire in rete un pallone allontanato così da Massaccesi sulla linea. Il primo tempo finisce qui: è 1-0 per la Flaminia.

Al rientro dagli spogliatoi, il Ladispoli si presenta con la novità Di Mario al posto di Zucchi. E’ proprio l’ex Cynthia e Lazio a creare il primo grattacapo alla retroguardia civitonica, con una pregevole girata di destro sulla quale Montesi deve impegnarsi per deviare la sfera in corner. Sul susseguente tiro dalla bandierina, arriva il pareggio dei ragazzi di casa, grazie al poderoso colpo di testa di Gallitano che fissa così il parziale sull’1-1 in apertura di ripresa. Flaminia di nuovo in avanti a caccia del nuovo vantaggio: al 15′ Morbidelli sfiora la doppietta personale con un colpo di tacco in area, su assist di Boldrini. Tre minuti più tardi, diventa protagonista Alessio Salvato: l’estremo difensore rossoblù si oppone alla grande sul tentativo di realizzazione di Nohman nel cuore dell’area. Lo stesso ex Monterosi colpisce anche un palo di testa al 25′, su cross dalla sinistra di Carta; ci pensa poi D’Aguanno a spazzar via la minaccia. Con il trascorrere dei minuti, le due squadre sembrano non aver più la forza di costruire azioni pericolose in avanti, per il caldo ma anche e soprattutto per una condizione fisica in via di definizione e non ancora ottimale; I 90° si chiudono, comunque, con un ultimo brivido: Mignone calcia da fuori, trovando la pronta risposta di Salvato, rifugiatosi in calcio d’angolo.

Si va così ai calci di rigore: il sorteggio di rito premia i viterbesi, che dunque sono i primi a calciare. Tutti a segno i cinque rigoristi (Nohman, Boldrini, Morbidelli, Barone e Mignone), mentre nel Ladispoli è decisivo l’errore di Manoni, a fronte delle realizzazioni di De Fato, Di Grazia e Giannetti. Nulla da fare dunque per i ragazzi di Zeoli, che per il secondo anno consecutivo vengono eliminati anticipatamente dalla Coppa, ma escono sicuramente a testa alta: ora riprenderà il lavoro settimanale (con l’amichevole a Cerveteri fissata per mercoledì 21, orario da definire, ndr) in vista dell’esordio in campionato del 1° Settembre contro il Trastevere (ore 15:00).

 

 

Ufficio Stampa Us Ladispoli