Un sabato in chiaroscuro per la Juniores guidata da Micheli. L’8a giornata (sulle 13 previste dal torneo U19 di riferimento alla Serie D) ha lasciato infatti un pò di amaro in bocca in casa Ladispoli per l’evolversi del match di Anzio, con una vittoria praticamente già costruita e che i ragazzi hanno visto sfumare a cavallo dei due tempi. Per quanto riguarda l’andamento del girone, il turno disputato questo sabato ha certificato il primato di un’Aprilia che da qualche gara prova a fare il vuoto dietro di sé, grazie alla sesta vittoria di fila ottenuta sul campo di Pavona, ma Flaminia (miglior attacco del raggruppamento, con 24 goal realizzati e terza miglior difesa con 10 reti subite) e Trastevere (sempre grande protagonista in queste stagioni in categoria) non sembrano voler lasciare campo libero alle rondinelle. Dietro a questo trio di testa, si danno battaglia Sff Atletico, Latina e Cassino, che cercano di restare agganciate al treno playoff, mentre fa sensazione vedere nelle retrovie una squadra come l’Albalonga, che negli ultimi anni ha sempre fatto bene entrando sempre fra le “magnifiche cinque” e che è guidata da un tecnico preparato come Roberto Coscia, attualmente ancora in carica come allenatore Campione d’Italia in questa categoria, per quanto riguarda il Lazio, grazie alla splendida cavalcata del suo S. Cesareo di qualche anno fa. Il Ladispoli, dal canto suo, non riesce a superare quel terz’ultimo posto di una classifica comunque ancora assai corta dalla metà in giù e con una spaccatura già evidente fra le pretendenti alla zona playoff e tutto il resto del gruppo. Ad Anzio probabilmente si poteva dare continuità al primo successo stagionale di sette giorni fa, l’amarezza per il risultato finale è tanta, ma la squadra ha tutto il tempo per crescere e risalire. Tirrenici comunque in serie positiva da due turni e questa è certamente una buonissima notizia. Scorrendo i risultati, infine, fa certamente scalpore il pareggio scaturito al “Martoni”, fra il Monterosi e la Lupa Roma: il sodalizio creato da Cerrai e che è al secondo anno di Interregionale (dopo un biennio in C chiuso con l’amara retrocessione del 2017), fino al turno appena disputato aveva collezionato infatti solo sconfitte a livello Juniores, con appena due reti realizzate e ben 29 subìte. Guardandolo dall’altra metà del cielo sopra il terreno di gioco sito in Via Cassia, questo è un risultato sicuramente negativo che rallenta le ambizioni playoff dei biancorossi.

Sabato si torna in campo e ci sarà di nuovo possibilità di riscatto per le deluse di quest’ottavo turno: ma di quella che sarà la giornata n°9 ne parleremo più diffusamente in sede di presentazione del turno in programma il prossimo 10 Ottobre, più precisamente nell’articolo di venerdì.