069949556 ladsrl@tiscali.it

LADISPOLI –  Con una gara da recuperare, il campionato Juniores di riferimento alla serie D ha vissuto sabato le emozioni della sesta di ritorno nel girone H. I ragazzi di Micheli hanno sfiorato la vittoria contro la più quotata Aprilia, venendo ripresi soltanto oltre il 90°. Un punto conquistato che è sicuramente prestigioso, vista la rivale ed avversaria di turno. Rondinelle che perdono comunque il primo posto, a vantaggio della coppia Sff Atletico-Trastevere: i tirrenici hanno superato per 3-1 il fanalino di coda Lupa Roma a domicilio, in quel di R. Priora; i romani di Mazza, invece hanno avuto la meglio di misura nel posticipo della domenica mattina, match giocatosi alle 11 in via Vitellia, complice il contemporaneo anticipo della prima squadra  di Perrotti (vittoriosa per 3-0 ai danni del Budoni, ndr). Con la sconfitta di Monteverde resta in bilico la posizione del Cassino, fermo attualmente al 5° posto a quota 31 punti, ovvero a -9 dall’Aprilia e a dieci lunghezze dal vertice. Con questa situazione, i ciociari resterebbero fuori dal discorso playoff. Ma bisogna comunque valutare il campionato gara dopo gara e, soltanto al termine del recupero di mercoledì 20, si saprà qualcosa di più sicuro. Introduciamo così il discorso della Flaminia di Tocci, che mantiene vive le proprie speranze di rientrare nel giro “buono”, grazie al successo per 2-1 ottenuto ad Anzio. I civitonici salgono così a quota 30 e nelle prossime due gare casalinghe (contro Artena sabato e Ladispoli mercoledì) potrebbero accorciare ulteriormente il distacco dalle prime.

Fin qui le squadre che lotteranno fino alla fine per l’obiettivo playoff. Occupiamoci ora di quelle compagini che fanno un torneo diverso, ovvero dall’Ostia Mare fino alla L. Roma. I biancoviola riescono a recuperare un punto al “Comunale” di Via Marconi, in quel di Artena. Rossoverdi per primi in vantaggio per quello che comunque resta il primo punto conquistato dalla “nuova gestione tecnica” in sette gare. Lidensi che tornano “a punti” dopo lo scivolone interno contro l’ex di turno Coscia. Anagni ed Anzio ferme a quota 23, mentre a Pavona l’ex tecnico del S. Cesareo viene sconfitto per 3-2 dal Monterosi di Oliva; per l’ex allenatore di Ronciglione e M. Cimini è la seconda vittoria sulla panchina dell’U19 biancorossa in otto giornate (3 pareggi e tre sconfitte completano lo score dei 9 punti conquistati, ndr). Per l’Albalonga invece un ko rovinoso che rallenta la “guarigione” castellana nelle tre ultime giornate, nelle quali i bleus havevano conquistato due bei successi contro Lupa Roma ed Ostia.