LADISPOLI – Archiviato il pareggio esterno maturato al “Martoni”, il Ladispoli di Micheli torna al “Sale” per la prima gara del nuovo anno. Avversario di turno il Cassino, compagine che lotta per entrare nelle magnifiche cinque (le uniche posizioni che contano in questo campionato). I rossoblù dovranno far fronte all’assenza di Pallozzi Lavorante, ma sicuramente giocheranno una partita orgogliosa per provare a strappare i tre punti alla formazione ciociara e iniziare al meglio il 2019 casalingo.

Per quanto riguarda il resto del programma, si giocherà al “Comunale” di Artena la prima gara esterna della capolista Trastevere; i rossoverdi di D’Anversa, sistemate già da qualche settimana le noie burocratiche relative all’autorizzazione a disputare le partite casalinghe nel proprio impianto sportivo, cercheranno di far valere ancora una volta il fattore campo e proveranno a fare un favore ad Aprilia e le altre inseguitrici. Non sarà semplice, visto che la squadra amaranto di Mazza ha subìto appena 7 reti in questo torneo ed è stata battuta soltanto una volta (era la prima giornata, 15 settembre e si giocava a Pavona, ndr). Proverà ad approfittarne la più diretta rivale, ovvero l’Aprilia di Greco, che a Tor San Lorenzo ospita un Latina di Ciriello, distante appena quattro lunghezze dalle Rondinelle. Il derby della Via Pontina porta in dote punti pesanti per entrambe, soprattutto in ottica playoff. Impegno in trasferta anche per l’altra terza (Sff Atletico), che sfida l’Albalonga a Pavona: un match difficile, perché i castellani non hanno raccolto tantissimo nel girone di andata e sono ripartiti nel nuovo anno con un ko a Monteverde. Ma, dal canto suo, la formazione di Fregene ha l’obbligo di restare a contatto con il podio e cercherà di far di tutto per strappare i tre punti alla compagine di Coscia.

Novità in vista per il match Flaminia-Ostia Mare: il match si giocherà alle 14:30, ma al “Turiddu Madami” di Civitacastellana e non a Carbognano, come da regolamento iniziale redatto in sede di stesura del calendario. Un match nel quale i rossoblu viterbesi di Fabio Tocci andranno a caccia della vittoria per restare agganciati alla zona playoff; d’altra parte, i biancoviola hanno l’obbligo di cercare la risalita in classifica, anche e soprattutto per il blasone di una società come quella lidense, da anni protagonista in Interregionale. Sempre a proposito della parte medio-bassa della classifica, occasione per il riscatto viene offerta dai match di Paliano, dove l’Anagni ospita una Lupa Roma data in decisa ascesa, in seguito ai due successi interni consecutivi (le prime vittorie della stagione), maturati con Anzio ed Artena. Di contro, la formazione ciociara è reduce dal trionfo esterno sul campo del Cassino e vuole continuare a stupire. Sfida fra deluse è infine quella del “Bruschini”, che vedrà protagoniste l’Anzio padrone di casa ed il Monterosi di Oliva. I viterbesi non sembrano aver ancora cambiato passo, dall’arrivo del tecnico ronciglionese e cercano la prima vittoria del 2019 su un terreno ostico come il campo “B” dell’impianto portodanzese. I tirrenici, dal canto loro, invece proveranno a dare continuità al successo ottenuto sette giorni fa in quel di Ostia, per tre punti che contribuirebbero a far risalire ulteriormente la squadra in classifica.