069949556 ladsrl@tiscali.it

Archiviato il bellissimo successo conquistato ai danni del Cassino, per i ragazzi di Micheli ora è tempo di affrontare la seconda trasferta del nuovo anno: in questo turno si giocherà, infatti, Latina-Ladispoli. Il match è in programma all’ex Fulgorcavi di Via del Crocifisso, nella città pontina. Come abbiamo preannunciato ieri, non saranno della sfida Chiavegato da una parte e Galluzzo dall’altra. Non sarà una sfida semplice, dal momento che i nerazzurri di Ciriello occupano attualmente il quarto posto (dunque pienamente in zona playoff), ma con sole due lunghezze di margine sulla Flaminia, che attualmente sarebbe fuori dai playoff a causa del distacco dalla seconda (Aprilia). Dal canto suo, tuttavia, il Ladispoli ha voglia di continuare a stupire, proseguendo sulla strada tracciata e portando avanti la striscia positiva che finora ha fruttato 4 punti da inizio 2019.

Per quanto concerne le altre sfide in programma nella giornata, continua la lotta serrata (e a distanza) fra le prime due in graduatoria: la capolista Trastevere di Mazza salirà fino al “Montefiore” di R. Priora, per affrontare il fanalino di coda L. Roma. Un match apparentemente a senso unico, ma le insidie sono comunque “dietro l’angolo”. Partita ben più complessa dovrebbe poter essere quella che va in scena a Tor San Lorenzo, dove i padroni di casa dell’Aprilia ospitano l’Anzio. Le rondinelle di Greco dovranno prestare molta attenzione ad una squadra (quella portodanzese) reduce da ben tre successi (due consecutivi) nelle ultime quattro giornate.

Importante sfida, in chiave playoff, quella che si giocherà al “Paglialunga” di Fregene: di fronte l’Sff Atletico padrone di casa e la Flaminia. I tirrenici sono momentaneamente al terzo posto in classifica, con un -4 dalla seconda ed un vantaggio di cinque lunghezze proprio sulla formazione civitonica, guidata dall’ex Arezzo e T. T. Teste Tocci. Una vittoria probabilmente significherebbe blindare (o quasi) il passaggio alla fase successiva. D’altra parte, per i rossoblu esiste un solo risultato possibile, per poter ambire ancora ad “un posto al sole”. Cercherà di rientrare nelle migliori cinque il Cassino, che domani ospiterà l’Albalonga di Coscia. Undici punti sono decisamente troppi, ma scendendo ad otto lunghezze tutto diventerebbe possibile, Aprilia permettendo. D’altra parte, i castellani hanno disperato bisogno di tornare a vincere, per risollevare una classifica che adesso piange davvero.

Chiudiamo con due sfide che non hanno molto da chiedere al campionato, se non quello di ottenere punti per orgoglio e blasone societario: Monterosi-Vis Artena ed Ostia Mare-Anagni. Al “Martoni” arriva una formazione rossoverde che ha appena affidato la propria panchina a Luciano Faraoni, già responsabile della scuola calcio. Una scelta interna quindi per provare a risollevare una classifica che comunque non avrebbe portato ad esiti finali negativi, non essendo in programma retrocessioni da questo campionato. Anche i baincorossi comunque non hanno molto da ridere: due i punti raccolti in quattro giornata dall’ex allenatore del Ronciglione e della Monti Cimini, Sergio Oliva, chiamato a guidare l’U19 del club del Presidente Capponi a partire da inizio dicembre. All’Anco Marzio, infine si gioca per l’onore e per provare a trovare quella continuità di risultati che potrebbe anche servire per tentare d’inserirsi nelle zone nobili della graduatoria.