069949556 ladsrl@tiscali.it

In attesa di vivere le emozioni del recupero della 5a giornata Flaminia-Ladispoli (che si giocherà, come da comunicazione ufficiale della LND, mercoledì 20/02/19 sempre alle ore 15:00, ndr), si torna in campo per il sesto turno di ritorno. Una giornata, questa, che certifica la metà del girone di ritorno. All’Angelo Sale arriva l’Aprilia di Greco, tornata capolista in solitaria dopo il successo di sette giorni fa ed il contemporaneo pareggio del Trastevere. Una gara non proprio semplicissima per i ragazzi di Micheli, che comunque vorranno provare assolutamente a riprendersi quel successo che quindici giorni fa è stato gettato inopinatamente al vento, con un secondo tempo troppo brutto per essere vero e degno di essere ancora raccontato. D’altra parte le rondinelle cercheranno di confermarsi in vetta e ,magari, allungare sulla dirette rivali.

Per quanto riguarda le inseguitrici, tiferanno sicuramente Ladispoli i cugini tirrenici dell’Sff Atletico di Geminiani ed il Trastevere di Mazza, entrambe appaiate a quota 38 punti. Delle due, chi sembra avere (sulla carta) il compito più agevole dovrebbe essere la squadra del “Paglialunga”, ospite del fanalino di coda Lupa Roma, formazione data comunque in evidente ma tardiva ripresa. Per quanto riguarda invece gli amaranto, il turno prevede lo scontro diretto con un Cassino in ascesa, che arriva a Monteverde per vendere cara la pelle, nel tentativo di accorciare ancora di più la distanza dal podio e garantirsi una migliore posizione possibile in chiave playoff. Riconquistata la zona di classifica che conta, grazie al largo successo di sette giorni fa sull’Artena, il Latina di Ciriello scende in campo a Paliano contro l’Anagni, per provare a guadagnare più terreno possibile sulla seconda: al momento, infatti, i nerazzurri si trovano in quinta posizione a -9 dalla coppia Trastevere-Sff. Se finisse così il campionato, i pontini sarebbero esclusi dalla corsa playoff. Pur con una gara in meno, la Flaminia di Tocci non può fallire nella trasferta di Anzio: al “Bruschini B” l’unico risultato utile è il successo, per poter sperare ancora di rientrare nel quintetto post-season. D’altra parte, però, l’Anzio ha bisogno di trovare quella continuità che finora è decisamente mancata. Proveranno a muovere le rispettive classifiche Albalonga-Monterosi e Artena-Ostia Mare; i castellani sono reduci da un paio di vittorie importanti soprattutto a livello morale e il tecnico Coscia può cercare di risalire orgogliosamente la china di una stagione nata sicuramente non sotto una buona stella, ma che ultimamente sembra aver sfruttato il cambio del vento…Al Comunale di Via Marconi, invece, ai rossoverdi non ha decisamente giovato il cambio di allenatore ed i gabbiani biancoviola non troveranno un ambiente facile e una squadra semplice da affrontare, malgrado la classifica certifichi qualche problemino di troppo in seno all’organico della neo promossa. Anche i lidensi, come l’Albalonga, hanno certamente deluso le aspettative stagionali e vorranno quantomeno chiudere in crescendo, per riscattare parzialmente un campionato disastroso e sotto gli standard a cui erano, probabilmente, abituati dalle parti di Via Amenduni.