069949556 ladsrl@tiscali.it

LADISPOLI: A. Salvato, Antonangeli (36’st Zucchi), Cannizzo, Lisari, Gallitano, Casavecchia, Bertino, Tollardo, Cardella (41’st Di Grazia), Manoni (41’st Di Curzio), Sganga (34’st De Fato). A disp: Travaglini, G. Salvato, Giancecchi, Maroncelli, Del Signore. All. Carlo Cotroneo

MONTEROSI: De Maio, Matrone (16’st Sabatini), Rasi, Pisanu (7’st Proia), Gasperini, Messina, Mastrantonio (39’st Pellacani) , Gerevini (46’st Giannetti), Nohman, Gabbianelli, Casimirri (37’st Falasca). A disp: Leone, Valentini, Francescangeli, Guidarelli. All. Marco Mariotti

ARBITRO: Duzel di Castelfranco Veneto

ASSISTENTI: Fumarulo di Barletta e Andreano di Foggia

MARCATORI: 14’pt Manoni (L); 24’st rig. Nohman (M)

NOTE: Spettatori 300 circa. Osservato un minuto di raccoglimento in memoria di Gabriella Di Gregorio. Ammoniti: Gallitano, A. Salvato, Pisanu, Nohman, De Fato, Sabatini, Di Grazia, Gabbianelli. Angoli: 4-8. Recupero: 1’pt; 5’st 

LADISPOLI – Tanta amarezza in casa Ladispoli, per una vittoria accarezzata per lunghi tratti del match, svanita poi per un episodio dubbio, che è costato due punti davvero preziosi alla formazione di Carlo Cotroneo. Padroni di casa privi di Leone, Mastrodonato ma anche di Pagliuca e Manzari. Commovente il minuto di raccoglimento ad inizio gara, per omaggiare il ricordo di Gabriella Di Gregorio, mamma del nostro portierone Travaglini.

Parte forte la squadra di casa, che all’8′ va vicina al vantaggio con Cardella servito in profondità da Tollardo; palla fuori di poco. La rete è comunque nell’aria ed arriva sei minuti più tardi, grazie alla precisa conclusione di Manoni (ex della partita), che dal limite dell’area non lascia scampo a De Maio. Tenera l’esultanza del centrocampista di Bassano, indirizzata alla propria compagna presente in tribuna. Tirrenici padroni del campo in questa prima frazione di gara: al 30′ Bertino serve un assist al bacio per Casavecchia che, giunto al limite, calcia di poco a lato da buona posizione. Peccato. Due giri di lancette più tardi, ci prova anche Bertino, ma anche in questo caso l’esito finale non gratifica il calciatore del Ladispoli. La squadra viterbese si fa viva dalle parti di Alessio Salvato soltanto al 37′: tentativo da fuori dell’ex Perconti, Romulea e Sambenedettese Mastrantonio, deviato in corner dal n°1 di casa. Le due squadre vanno dunque al riposo sul parziale di 1-0 in favore di un buonissimo Ladispoli; non pervenuto (sostanzialmente) invece il Monterosi.

Per assistere alle emozioni della seconda parte di gara, bisogna attendere il 12′, quando Tollardo riconquista caparbiamente un ottimo pallone nei pressi del vertice alto dell’area di rigore e calcia di destro, chiamando il giovane portiere avversario alla deviazione in calcio d’angolo. Nella seconda parte della ripresa, il Monterosi si accende ed il Ladispoli esce pian piano dal match: Al 23′ arriva l’episodio dubbio a favore della squadra viterbese; l’arbitro (su suggerimento del proprio assistente) assegna il penalty agli ospiti per il presunto fallo di Bertino ai danni di Casimirri. Dal dischetto Nohman supera Salvato con un tiro forte ma centrale, per il pareggio del Monterosi. Nel finale di gara, i biancorossi di Mariotti si rendono pericolosi con Proia di destro dal limite, ma Salvato mette in calcio d’angolo. E’ questa l’ultima emozione della partita, che si chiude dunque sul punteggio di 1-1; un risultato che sicuramente fa muovere le classifiche di entrambe e probabilmente accontenta (in tal senso) più il Ladispoli che il Monterosi. Ma certamente, in casa tirrenica, il rammarico è alto per non aver chiuso una partita gestita molto bene nella prima parte e che ha visto i ragazzi di Cotroneo un pò in debito d’ossigeno nella ripresa.

(A Gabriella)