069949556 ladsrl@tiscali.it

Terminato il primo allenamento, nel quale l’ex calciatore della Tivoli e del Catanzaro ha potuto conoscere di persona il gruppo di giocatori che avrà a disposizione, il neo tecnico rossoblù è stato presentato alla stampa, ai simpatizzanti e soprattutto ai tifosi tirrenici, rimasti decisamente “scottati” dalla notizia delle dimissioni del condottiero ladispolano Pietro Bosco. 

Introdotto dall’Ufficio stampa, è stato tuttavia il Direttore Sportivo Paolo Nista a presentare il nuovo coach della squadra del “Sale”, non senza però riservare parole di sentito e doveroso ringraziamento nei confronti del suo predecessore: “Pietro resterà per sempre nella storia del club, perché a mister Bosco saremo sempre grati e riconoscenti per quanto fatto in questi due anni e mezzo qui a Ladispoli, culminati con il passaggio in serie D dopo 15 anni – dice il Ds, che aggiunge – “Gli auguriamo le migliori fortune, perché resterà per sempre il protagonista di una pagina indelebile di questa società e perché se lo merita“. Il Ds poi dà il benvenuto al mister Carlo Cotroneo “chiamato da me e dal Presidente – racconta Nista – perché siamo sicuri che darà un apporto importante da qui alla fine del campionato. C’è bisogno di lavorare, abbiamo una partita difficilissima domenica, poi – sottolinea ancora il Ds- durante la pausa natalizia il mister avrà modo di conoscere ancor meglio i ragazzi e di lavorare ancora di più con loro“. La parola passa quindi al neo tecnico che, pungolato sul fattore delusione della tifoseria per la addio di Bosco, risponde così rassicurando tutti i sostenitori rossoblù: ” Ho visto qualche partita del Ladispoli ed ho notato che i sostenitori sono sempre molto calorosi – dice il tecnico – quindi gli chiedo di fare quello che hanno fatto fino ad oggi, anzi qualcosina in più; di credere ancora in questa squadra ed in questa società soprattutto e di starci vicino anche quando le cose (probabilmente) non andranno bene, anche se ci auguriamo di no; di avere pazienza, sostenendoci ancora con grande passione.”.  Il tecnico ringrazia la società per la possibilità concessagli dal Presidente Paris, sostenendo che “quando c’è un cambio è perché c’è sempre qualcosa che non va; quindi cerchiamo, insieme alla società ed insieme allo staff che è rimasto invariato di invertire la tendenza”. Fra le altre dichiarazioni, il neo allenatore esprime consapevolezza della difficoltà del campionato e “di stare già lavorando per migliorare la classifica“.  Sul gruppo: “Ho visto grande voglia di mettersi a disposizione e grande voglia di riscatto da parte dei ragazzi e la cosa mi ha fatto molto piacere, ma non avevo dubbi sul fatto che fossero dei bravi giocatori e ottimi ragazzi“.  Ai cronisti che gli chiedevano cosa possa o sia in grado di dare alla squadra, Cotroneo risponde così: “Voglio trasmettere ai ragazzi la consapevolezza di ciò che fanno, quindi sapere che andiamo in campo contro undici avversari, aldilà del nome o del blasone che possano avere; aldilà degli arbitri, dello stadio. Da domenica, che sarà comunque una delle partite più difficili che dovrà affrontare il Ladispoli – aggiunge– mancheranno ancora venti partite alla fine del torneo: un mini campionato nel quale c’è tutto il tempo per raggiungere gli obiettivi. Domenica sarà certamente una gara importante soprattutto per il morale dei ragazzi, ma è ovvio che non potrà essere vista come ultima spiaggia”