069949556 ladsrl@tiscali.it

Un dato è certo: i viaggi in Sardegna (per questa stagione sportiva) sono terminati. Il bottino oltre mare è stato oltremodo magro, ma purtroppo i dati statistici fanno parte dell’archivio ormai.  Il martedì è il giorno dell’analisi di quanto accaduto nel turno domenicale, ma questa volta (la penultima stagionale), si delineeranno anche i contenuti del turno infrasettimanale di domani.

Il Ladispoli torna dalla gara in terra sarrabese con un ko che non ci voleva, ma anche con la consapevolezza che nulla è cambiato in classifica e che con 12 giornate ancora da giocare tutto può ancora succedere. Domani, infatti, i tirrenici ospiteranno l’Aprilia di Feola, mentre i sardi di Puccica voleranno ad Albano, per vedersela con l’Albalonga reduce da alcuni passi a vuoto di troppo. Partite delicate ma nelle quali fare risultato può essere davvero importante.

Per quanto riguarda il resto delle gare in programma, sempre suddivise fra i due turni, c’è da registrare il passo falso casalingo della capolista Lanusei, che cede all’inglese nei confronti di un Avellino ancora lontano “anniluce” dalla vetta, ma che sicuramente sta iniziando a far valere tutta la propria qualità in campo. In quest’ultimo mercoledì “da leoni”, la formazione ogliastrina sarà ospite dell’Sff Atletico di Vigna, sconfitto in entrambe le trasferte disputate con il ritorno in panchina dell’ex Flaminia, ma vittorioso in casa nella “prima” del nuovo corso. I lupi, invece, ospitano un Flaminia che arriva in Irpinia scosso dalla sconfitta casalinga nello scontro salvezza con l’Anagni e che, potrebbe anche rientrare in lotta per evitare i playout, zona che aveva brillantemente abbandonato nelle ultime settimane con prestazioni convincenti. Proveranno ad approfittare della trasferta tirrenica della capolista le due più dirette inseguitrici Latte Dolce e Trastevere; i sassaresi hanno sconfitto all’inglese il fanalino di coda Anzio e domani scenderanno in campo a Colleferro per sferrare magari l’attacco al vertice. I “padroni di casa” di Manolo Liberati, dal canto loro devono necessariamente puntare ad un altro risultato importante, dopo la vittoria di Civitacastellana ottenuta domenica, per cercare di risalire ancora in graduatoria. Gli amaranto di Fabrizio Perrotti, invece, dopo il rotondo successo ottenuto sabato ai danni del Budoni, affrontano un’altra sfida delicata con una formazione che sta dando timidi segni di risveglio: la Lupa Roma, capace di sfiorare il colpaccio domenica pomeriggio all’Anco Marzio.

Dopo il pari a reti bianche di sabato contro l’Albalonga, il Monterosi di Mariotti scende in campo in riva al Tirreno, affrontando un Anzio in evidente crisi d’identità. I portodanzesi hanno registrato nel fine settimana l’ennesimo cambio tecnico, con annessa sconfitta in terra sarda (la 20ma stagionale sulle 26 gare disputate) e ora sono davvero ad un passo dal ritorno (il secondo consecutivo sul campo) in Eccellenza, a meno di clamorosi miracoli sportivi in queste ultime dodici giornate. Il Cassino, dopo aver liquidato l’Sff Atletico nell’ultimo turno, scenderà in campo sull’Isola per affrontare il Budoni a Siniscola e non a S. Teodoro (porte chiuse). La squadra di Cerbone proverà a conquistare qualche punto di prestigio per cercare di allungare sulla compagni delle formazioni in lotta per i playout. Una di queste è la Torres, che nonostante il punteggio finale del match di Colleferro con l’Artena (0-0) ha dimostrato probabilmente di potersela finalmente giocare con chiunque per la salvezza. Al “Vanni Sanna” arriva un’Ostia Mare caparbia nell’ultimo turno ma che ancora non è guarita proprio completamente dal malessere della classifica. Chiude infine il posticipo del “Francioni” (in campo alle ore 18) fra i padroni di casa del Latina e l’Artena: un match valido per il 10° posto in classifica, con i pontini a caccia di un riscatto che raramente si è potuto intravedere dalle parti della città nerazzurra, mentre per la matricola rossoverde è certamente motivo di grande orgoglio trovarsi fra le prime dieci della serie D, al primo anno assoluto in categoria.