069949556 ladsrl@tiscali.it

Termina in parità il confronto del Sale, fra Ladispoli e Monterosi. Alla rete di Manoni (goal dell’ex) ha risposto un calcio di rigore dubbio, realizzato da Nohman. Un punto che serve a fare morale ed a muovere un pò la classifica, che comunque non cambia molto neanche questa settimana, segno di grande equilibrio nelle parti basse della stessa. Rigore che sicuramente ha fatto e farà parlare quello concesso ai biancorossi, che conquistano così un pareggio senza mordere più di tanto dalle parti di Salvato, artefice di appena un paio di parate importanti in 95° di gara. Mastica senza dubbio amaro, invece, la formazione di Cotroneo che si è mostrata incapace di chiudere i conti nella prima frazione di gara.

Per quanto riguarda le altre gare in programma, non sembra accennare a rallentamenti di sorta il Lanusei capolista che mantiene il +6 sulla seconda, portando a sette lunghezze il distacco dalla terza: segna l’ex T. T. Teste Quatrana e la formazione ogliastrina di Gardini espugna Colleferro, battendo 1-0 l’Anagni. Nuovo sorpasso a ruolo di vice capolista, con il Latte Dolce che viola il “PioXII” grazie a Cabeccia, Sartor Camina e Bianchi, per il 3-2 finale (di Pippi e Barone le reti dell’Albalonga) che proietta nuovamente la formazione di Udassi al piazzamento d’onore, facendo così scivolare i romani del Trastevere sul gradino più basso del podio. La formazione di Perrotti non va, infatti, oltre l’1-1 interno a Via Vitellia, contro il Cassino: a Sannipoli per gli amaranto, risponde l’ex Lupa Roma e Chieti Scibilia. Continua la risalita dell’Avellino, che aggancia nuovamente il Monterosi al quarto posto, grazie al pari cimino ed alla vittoria griffata De Vena ai danni dell’Sff Atletico, gara che ha suscitato l’indignazione del vice Presidente dei tirrenici, per il comportamento ricevuto al “Partenio”. Timida reazione ad una stagione sicuramente fallimentare (per gli sforzi economici profusi) da parte dell’Aprilia, che nel secondo tempo grazie a Corvia e Bosi batte la Torres a Sassari e torna in corsa per i playoff (sempre ammesso che questi abbiano realmente un senso). Il maltempo ferma lo spettacolo al “Montefiore” di Rocca Priora: Lupa Roma-Artena rinviata. Prova a rialzarsi il Latina di Di Napoli; i pontini battono all’inglese il Castiadas di Puccica (in goal Fioretti e Sanna) e si assestano a quota 33 punti, certamente pochi per una realtà che tre anni fa era addirittura in Serie B e che arrivò perfino a giocarsi la serie A con Breda allenatore. In chiave salvezza, allungo civitonico sulla zona calda: i ragazzi di Schenardi espugnano il “Bruschini” grazie all’acuto di Abate e si portano a +7 sulle sest’ultime. Muovono, infine, le rispettive classifiche Budoni ed Ostia Mare, che si dividono la posta in palio a S. Teodoro (reti di Farris e Bertoldi); sardi a 24 punti, ostiensi tre lunghezze più in alto.