069949556 ladsrl@tiscali.it

La Serie D entra nel vivo: abbiamo superato l’ultima curva prima di giungere al rettilineo finale. Il Ladispoli esce sconfitto dal “Francioni” di Latina e perde posizioni importanti in ottica playout, sebbene la classifica sia ancora estremamente corta e davvero tutto può accadere. Ora bisogna concentrarsi sul primo dei due ostacoli casalinghi, ovvero quel Cassino di Marcheggiani, Prisco, Tirelli che ancora nutre qualche piccola speranza di agganciare la fantomatica zona playoff. Gara non proprio semplicissima, ma che il Ladispoli deve cercare di portare a tutti i costi dalla propria parte.

Per quanto riguarda le altre gare giocatesi in questo turno, la capolista Lanusei viene bloccata sul pari esterno in quel di Colleferro, da un’Artena che si conferma davvero squadra solida e pericolosa. Ogliastrini sempre in prima posizione, ma che vedono ora assottigliarsi il proprio vantaggio sulla seconda: l’Avellino di mister Bucaro espugna il campo di Monteverde, battendo il Trastevere all’inglese e si porta da solo all’inseguimento della capolista, distante ora cinque lunghezze. Avendo anche il confronto diretto a favore, i Lupi irpini dovranno cercare di vincerle tutte, sperando in qualche inciampo dei sardi e contando possibilmente anche sull’aiuto dello stesso Trastevere, avversario degli ogliastrini nel turno “prepasquale”. In chiave playoff, la conferma proviene dal Latte Dolce, che maramaldeggia nel derby di Castiadas, battendo i biancoverdi di Puccica per 4-1 e condannando i padroni di casa a scivolare in penultima posizione di classifica, scavalcati anche dalla Lupa Roma. Colpo grosso del Monterosi, che grazie a Nohman, Boldrini e Gabbianelli espugna nientemeno che il “Salveti” di Cassino e scavalca anche i bleus in chiave quinto posto. Sono due i pareggi a reti bianche di questo turno; uno è maturato al “Quinto Ricci” di Aprilia, dove le rondinelle non hanno superato il “pulmann messo davanti alla porta civitonica” dal tecnico Schenardi, guadagnano appena un punticino. Ben più denso di rammarico è invece lo 0-0 di Budoni, nello scontro salvezza contro l’Anagni di Pecoraro; un punto a testa che non sposta gli equilibri della bassa classifica. Termina in parità anche la sfida dell’Anco Marzio, dove l’Sff Atletico riesce a recuperare il prezioso vantaggio iniziale dei biancoviola, firmato dal solito cannoniere De Juliis, ma a fine gara registra le dimissioni del tecnico Vigna. Successo importantissimo, invece, è quello della Torres al “Vanni Sanna”, contro l’Albalonga; i sassaresi tornano così al successo ed a raccogliere punti dopo il ko di Ladispoli e restano in scia alla formazioni fuori dalla zona critica della classifica.