Come ogni sabato, anche oggi cerchiamo di “fare le pulci” al campionato, che vedrà in campo i nostri ragazzi per la 15ma giornata (sulle 18 previste da calendario), affrontare ed ospitare il Latina di Di Napoli. Pontini reduci dallo 0-0 nel recupero con il Castiadas e desiderosi di rilanciarsi dopo una prima parte di campionato vissuta al di sotto delle aspettative. Al contrario, la formazione di Bosco è reduce da due vittorie preziosissime e che sicuramente hanno fatto da spinta motivazionale per iniziare finalmente il vero torneo di serie D, dopo un avvio altalenante. In attesa di eventuali buone nuove dal mercato, dunque, sarà una bellissima sfida fra due società partite con obiettivi totalmente opposti, ma che dati di classifica alla mano si stanno rivelando compagini a caccia di un egual destino, ovvero quello di cercare di stare il più possibile fuori dalla zona calda. Siamo convinti, tuttavia, che alla fine il Latina verrà fuori e risalirà vorticosamente la classifica; d’altra parte, i rossoblu stanno dimostrando di poter giocare tranquillamente in questa categoria, che è nuova per molti dei ragazzi in rosa e per lo stesso allenatore. Mancheranno due pedine importanti come Tollardo e Cardella, ma la squadra sarà comunque altamente competitiva. Lo abbiamo detto, sicuramente daremo spazio anche in sede di racconto-cronaca del match e probabilmente sarà lui l’intervistato della settimana, ma intendiamo ancora una volta soffermarci su ciò che presumibilmente catalizzerà maggiormente l’attenzione di tutti in questa partita, ovvero le 100 presenze in maglia rossoblu di Antonello Bertino. Un traguardo importante per la società e per il ragazzo stesso, al quale vanno tutte le migliori felicitazioni per averlo raggiunto. E’ un calciatore dalla classe purissima, uno dei trascinatori di questa squadra, un giocatore che forse segnerà meno di quanto ci si aspetterebbe ma è altresì un talento imprescindibile. Ancora complimenti Antonello!

Passando a dare uno sguardo veloce anche al resto del programma, i fari saranno senza dubbio puntati sul “Partenio” di Avellino, dov’è di scena la capolista Trastevere. I lupi hanno ritrovato il secondo posto, seppur in coabitazione con il sorprendente Latte Dolce, e vorranno provare ad issarsi in vetta. E’ questo il vero big match di giornata. Scorrendo la classifica, parliamo proprio della squadra di Udassi, che domani se la vedrà al “Vanni Sanna” con il rinnovato e ritrovato Castiadas di Lillo Puccica, capace di ottenere 4 punti nelle prime due uscite al suo approdo sulla panchina dei cagliaritani. Giocherà in casa anche il Monterosi che, dopo aver perso gara e pazienza nella precedente sfida al “Martoni” con i sassaresi ed aver minacciato di chiudere il campionato con la Juniores in campo, domani affronterà un Cassino che sembra aver ritrovato il sorriso dopo aver battuto il Latina nel derby di sette giorni fa al “Salveti”. E’ sicuramente un’iniezione di fiducia importante per Marcheggiani&compagni, che ora proveranno a fare un altro sgambetto ai biancorossi dello squalificato Mariotti. A quota 26 parte, in questa domenica, anche la compagine ogliastrina del Lanusei di Gardini che ospita una Vis Artena reduce dal rinvio del match contro l’Sff Atletico e vogliosa di tornare finalmente in campo. I sardi proveranno ad agganciare di nuovo le prime due posizioni, ma non sarà facile avere la meglio della squadra rossoblu di Punzi. Spera in un risultato positivo anche l’Aprilia di Feola, che sarà impegnato sul difficile terreno di gioco del Madami, contro una Flaminia scottata dalla recente eliminazione di Coppa ai rigori e che vuol fare punti per tenersi fuori dalle zone calde della graduatoria. Al “Paglialunga” si gioca per provare a rilanciarsi: i padroni di casa di Scudieri devono dimostrare di poter competere anche quest’anno per le zone nobili della classifica, mentre i lidensi biancoviola devono riscattare il ko (comunque preventivabile alla vigilia) di sette giorni fa (sotto il nubifragio) con l’Avellino. Chiudiamo con le tre sfide salvezza: Albalonga-Torres, Anzio-Lupa Roma e Anagni-Budoni; per tutte l’unico obiettivo è la vittoria, non si possono accontentare di “mezze misure”.