069949556 ladsrl@tiscali.it

E’ arrivato anche il turno del settore giovanile: ecco l’anteprima della giornata prevista fra domani e domenica.

Partiamo, come sempre, dai Giovanissimi Fascia B, ovviamente sia Provinciali che Elite. Per quanto riguarda i 2005 di Pompei, la sfida che attende i nostri ragazzi è di quelle esaltanti, importanti, che probabilmente ti restano dentro per tutta la vita. No, naturalmente non si tratta di una “finale”, ma per i valori di classifica è come se lo fosse: i rossoblù infatti saranno ospiti nientemeno che della Lazio. La formazione biancoceleste, prima della classe insieme all’altra “pro”, ovvero la Roma (ma con una gara in meno), è certamente una squadra di tutt’altro rango. Ma è prestigioso affrontarli, anche in un torneo dal poco appeal oggettivo come quello dei Provinciali. In palio ci sarà anche la leadership, ma non potrà essere una gara a decidere il futuro dei ragazzi del Ladispoli, fin qui artefici di un grandissimo lavoro. La Roma dovrà vedersela con il Bettini e potrebbe approfittare dello scontro diretto per appropriarsi del primo posto, in attesa del recupero laziale. Anche il Tor di Quinto proverà a mettere pressione alle rivali di classifica, andando a far visita alla Sport City Roma. Passando a parlare dell’Elite, occupiamoci della sfida che vedrà protagonisti i ragazzi di Ferrari, sul campo di Via dei Ruderi di Torrenova, sede di gioco del Giardinetti di Tony Ranieri. Una gara valida per il sesto posto, ma più che per la classifica è importante per il morale e per il lavoro che si sta facendo in previsione della prossima stagione sportiva. La giornata non dovrebbe nemmeno prevedere grossi cambiamenti in vetta, mentre in coda Viterbese e Leocon si giocano molto del loro futuro nel massimo campionato di categoria.

Passiamo ora a trattare il campionato Giovanissimi, ovvero il secondo anno del percorso giovanile. Riposo per i ragazzi di Capozzi, mentre spicca (fra le altre gare) il confronto di alta classifica fra Certosa e Boreale, di scena a Via di Centocelle. Per i neroverdi di casa è semplicemente un modo per provare ad agganciare il podio, mentre gli ospiti proveranno ad allungare ancora sui rossoblù tirrenici, più immediati inseguitori in classifica. Per il resto del programma, non ci sono grosse notizie da segnalare. Passiamo quindi alla squadra diretta dal Dg Dolente, che giocherà un fondamentale scontro diretto in casa con l’Aurelio. Un match divenuto amaramente importantissimo per scacciar via brutti pensieri e cattivi presagi in casa Ladispoli. Per quanto concerne la lotta playoff, entrambe in casa le duellanti per il primo posto: l’Urbetevere ospita la pericolante Sff Atletico, mentre ben più probante si presenta l’impegno dei blaugrana della Perconti, che riceveranno al “Vigor Center” un’Ostia Mare potenzialmente ancora in corsa per il gradino più basso del podio, visto il -4 dalla coppia Trastevere-Accademia. Attenzione, in ottica finali, anche al Tor di Quinto momentaneamente quarto (visto l’ex aequo al terzo, ndr) e che domenica se la vedrà contro una Spes Artiglio in crisi.

Proseguiamo il nostro peregrinar fra i meandri del settore giovanile, parlando infine delle due categorie Allievi. Non una buona notizia quella giunta in settimana, riguardo alla sconfitta a tavolino rimediata con il Campus Eur, con i ragazzi di Civero scivolati all’ottavo posto, in compagnia del G. Monteverde, a tre punti dal Giardinetti settimo. Ma sicuramente il pari ottenuto contro la capolista Savio può rappresentare il punto da cui ripartire e provare a strappar punti pesanti ad un sorprendente Sansa, attualmente in corsa per la qualificazione alle finali. Impegni casalinghi tutto sommato abbastanza morbidi per le due battistrada, mentre per l’Aurelio c’è l’insidia derby contro il Montespaccato. Chiudiamo con i 2002. Quattro risultati utili consecutivi, con tre bellissime e sofferte vittorie di fila nel 2019: questi sono i dati statistici della “cura Micheli”, per un gruppo che ha cominciato male la stagione, rischiando seriamente di compromettere la categoria. Ora il vento è cambiato. Restano probabilmente ancora alcune cosette da sistemare, ma sicuramente si tratta di dettagli. Quello che è certamente evidente e palese agli occhi di chi sta in tribuna, è la grinta e la voglia di arrivare alla “meta” che hanno questi ragazzi: anche se vanno sotto (come accaduto con Ottavia e Tor Sapienza) non si demoralizzano e cercano di tornare al più presto in partita. E’ tutto ciò un segnale forte di come questa squadra sia tornata a credere soprattutto in sé stessa; poi naturalmente ci sono anche i risultati ad aiutare, perché “vincere aiuta a vincere”. Fra due domeniche arriverà l’esame Romulea, squadra certamente costruita per tutt’altro obiettivo. Ma ai giallorossi si penserà più avanti, ora c’è l’Aurelio di Costantini da affrontare; squadra che, come il Ladispoli, ha avuto certamente qualche lacuna iniziale ma che ha dimostrato di non voler retrocedere e di lottare fino a che la matematica non gli girerà le spalle. Un altro risultato importante, significherebbe molto per la risalita in classifica. Per quanto riguarda le altre, da tenere d’occhio è lo scontro diretto del “Vittiglio”: in campo Pro Roma e Montespaccato, due rivali alla salvezza rossoblù. Per quanto riguarda le posizioni di vertice, infine, non dovrebbe accadere pressoché nulla fra le prime.