069949556 ladsrl@tiscali.it

LADISPOLI: Narcelli, Squarcia (40’st Fauzia), Caleffi, Saltalamacchia, Aracri, Bruni (12’st Capuani), Santullo (7’st De Mutiis), D’Aguanno (41’st Crostelli), Anzuini (18’st Colace), Cagnoni (41’st Liberati), Landi (20’st Pascale). A disp: Loioli, Cascapera. All. Michele Micheli

AURELIO: Di Maio, Lappa, Raguso (23’st Ceccarelli), Loreti (8’st Moretti), Muzi, Veroli, Gabrielli, Di Vito, Ioli (18’st Massotti), Giuliani (28’st Fiore), Massenzi. A disp: Scardetta, Congiu. All. Mario Costantini

ARBITRO: Sansotta di Civitavecchia

MARCATORI: 8’pt, 3’st rig. Cagnoni (L); 19’pt Massenzi (A); 19’st De Mutiis (L)

NOTE: Spettatori 100 circa. Ammoniti: Muzi, Ioli. Angoli: 4-3. Recupero: 1’pt; 4’st

LADISPOLI – Altra grande prova di carattere dei ragazzi di Micheli, che conducono in porto un altro splendido successo in campionato, per provare ad inseguire la salvezza diretta (senza quindi passare dai playout).

La prima emozione è costruita dagli ospiti, che sfiorano il vantaggio al 3′; Loioli è bravissimo nel respingere con i piedi la conclusione di destro di Ioli. E’ invece la squadra di Micheli a portarsi avanti tre giri di lancette più tardi, grazie a Cagnoni, servito splendidamente fra le linee da D’Aguanno. L’attaccante anticipa l’uscita di Di Maio e il Ladispoli può così operare il sorpasso sugli avversari. L’Aurelio non si abbatte e trova il pareggio al 19′: cross dalla destra di Giuliani, Loioli (tradito dal fondo viscido per la pioggia e dal rimbalzo) si fa sfuggire la sfera, che Massenzi può pertanto depositare in rete a porta sguarnita. Le due squadre pagano un arbitraggio fin troppo all’inglese, ma sono comunque i padroni di casa a creare di più sotto porta: al 36′ l’assist di Landi premia Aracri, la cui conclusione viene tuttavia respinta da Di Maio in corner con i pugni. Lo stesso estremo difensore ospite rischia grosso pochi istanti più tardi, sul pressing di Cagnoni; palla che sbatte sulle gambe dell’attaccante rossoblù e finisce a lato di pochissimo. Occasioni a ripetizione per un Landi che lavora tantissimi palloni, si dà moltissimo da fare come sempre, ma nelle ultime gare non riesce a veder premiati i suoi sforzi con la rete che invece meriterebbe.Si va così all’intervallo sul parziale di parità (1-1) sotto la pioggia al Sale.

Al rientro dagli spogliatoi, la squadra di Micheli usufruisce di un penalty, per l’ostruzione di Veroli ai danni di Cagnoni. Lo stesso giocatore si porta dal dischetto; conclusione abbastanza centrale, sporcata da Di Maio, che tocca ma non trattiene e dunque i tirrenici passano nuovamente avanti nel parziale in avvio di secondo tempo (3′). passa qualche minuto e Landi calcia incredibilmente sul portiere in uscita. Ci pensa comunque il neo entrato De Mutiis al 19′ a realizzare il punto del definitivo 3-1, con l’ausilio involontario di Muzi, la cui deviazione è sicuramente cruciale per mettere fuori causa il portiere dei romani. Nel finale di partita, c’è spazio ancora per un tentativo da parte del Ladispoli: il tiro a giro di Colace, però, termina fuori di poco.