069949556 ladsrl@tiscali.it

Come da consuetudine, analizziamo quanto accaduto in questo fine settimana, anche dal punto di vista del Settore Giovanile rossoblù.

Partiamo ovviamente dai Giovanissimi Fascia B, ovvero il primo anno di agonistica, riservato ai 2005. Per quanto riguarda la formazione allenata da Pompei, che chiaramente gioca “fuori classifica”, ma è comunque importante il lavoro che si fa “in prospettiva”, bisogna dire che il Ladispoli maramaldeggia sul campo del S. P. Ostiense (rossoblù che trionfano 5-0) e accorcia sul terzo posto occupato dal Tor di Quinto, che è stata superata dalla capolista Lazio. La Roma vince la propria gara, dominando in lungo e in largo l’Honey padrona di casa (battuta 8-0) e conserva il primato, in coabitazione con i cugini professionisti. Passiamo dunque alla formazione Elite, quella guidata da Ferrari, che nell’ultimo turno ha ceduto punti pesantissimi in chiave salvezza alla Romulea, corsara al Sale per 2-1: I rossoblù hanno oramai, da qualche settimana, visto svanire ogni obiettivo concreto e quindi il ko può anche non risultare così negativo. In fondo, il lavoro svolto dal tecnico è certamente importante e questo è ciò che conta maggiormente. Per quanto riguarda le altre sfide, la Lazio è da questa settimana ufficialmente qualificata alle semifinali per il titolo, in virtù del 5-0 ai danni della Viterbese. Il G. Monteverde vince, approfitta del pareggio dell’Urbetevere e (a tre turni dal termine del campionato), sfila il secondo posto ai canarini di Via della Pisana. Anche il Savio guadagna punti sul terzo posto, distante ora appena cinque punti. In zona retrocessione, non si fanno male Perconti e Leocon, anche se il punto a testa non accontenta nessuno.

Passiamo ora a descrivere quanto accaduto nei Giovanissimi 2004, sempre Provinciali ed Elite. Per quanto concerne la formazione di Capozzi (anche questa “fuori classifica), c’è da registrare la terza sconfitta stagionale, questa volta per 3-2 sul campo della Spes Artiglio, in quel di Via Boemondo. Boreale irresistibile: 3-1 alla Pro Roma e primato messo quasi in ghiaccio (per quanto serva in questo genere di campionati). Sfortunata invece la selezione dell’U15 Elite, guidata da Dolente, che viene battuta di misura in casa dall’Ostia Mare. Un confronto valido per restare a centro classifica, con i biancoviola che espugnano l’Angelo Sale come già fatto in stagione da Juniores e prima squadra, confermandosi bestia nera dei rossoblù. Ma anche in questa categoria, il lavoro svolto è di ottima fattura e questi ragazzi non potranno che trovarne giovamento per il prossimo futuro. Manca davvero solo l’ufficialità all’Urbetevere, per l’accesso alle semifinali di categoria: a tre giornate dal termine, infatti, ai canarini basterà non perdere la prossima gara interna con il Certosa, per garantirsi questo importantissimo traguardo, sulla strada verso la finale per il titolo. Per assurdo, alla formazione di Via della Pisana basterà anche soltanto pareggiare con i neroverdi prenestini, visto il vantaggio negli scontri diretti rispetto alla Perconti. Ben più incerta la lotta per il terzo posto, con Accademia, Trastevere e Tor di Quinto raccolte in appena quattro punti. Sembra abbastanza delineata la situazione in zona retrocessione, dove il S. P. Ostiense (salvo clamorose smentite) dovrebbe salutare la compagnia, scendendo nei Regionali B; categoria che proveranno ad evitare Certosa, Spes Artiglio, Sff Atletico ed Aurelio, con G. Monteverde e Civitavecchia che possono contare su di un vantaggio di +6 rispetto alla zona calda, con ancora 9 punti in palio.

Chiudiamo con le due categorie Allievi. Per quanto riguarda i 2003, la squadra di Civero proverà fino alla fine a lottare per accedere alle finali; mancano tre turni alla fine e nove punti a disposizione, gli stessi che differenziano i rossoblù dal podio; ma considerando che sabato si giocherà Savio-Sansa e che a sperare è anche l’Aurelio di Costantini, perché non provarci??…Nelle retrovie, cambia poco o nulla con Sp. Tanas ed Honey a lottare per evitare la retrocessione diretta e con Montespaccato, Ottavia e Tor Sapienza a giocarsi le migliori posizioni in ottica playout. Per quanto riguarda, infine, i 2002, il successo di domenica nel derby conta sicuramente molto più dei semplici tre punti in palio, per la formazione di Micheli. La lotta è comunque ancora serratissima, come lo è in vetta, dove la T. T. Teste sembra oramai ad un passo dalla semifinale e con Sff Atletico e Tor di Quinto che hanno accumulato un piccolo vantaggio rispetto all’Atl. 2000, in ottica playoff. Ma tutto, in testa come in coda, si decidera nelle ultime tre giornate di campionato.